adinsiemelink

08/04/12

La notte dei sensi


Opera by Salvatore ROMANO

La notte dei silenzi
spazi per non vedenti
catene di fuoco
che scorrono nelle vene...
inferi impazziti
ingordi ruggiti che infieriscono la pelle
i tessuti si imfiammano, ardono
scavalcano i muscoli mentre danzano
danzano e cominciano i primi pruriti
io, sono ancora calma 
pascolo un po' calda nella mente
ancora mi devo vivere il  buio
sono distaccata
un semplice pizzicore alla caviglia
una piuma tra le dita
un lieve rigonfiamento del seno
una distesa d'erba su un'altra distesa d'erba
nella notte...
nella notte
i rumori sono più forti
la luce dei miei occhi è attenta e lucida
il mio corpo è disteso, rilassato
bacia la terra, bacia i semi, le foglie appassite
le radici umidi d'essenze
una vaga presenza
le ombre
i miei fantasmi su di me
che si spostano in intermittenza con il vento
come carezze del cuore
carezze degli alberi distratti
pazzi adulatori trasparenti
mani dei miei sensi
lame taglienti
else degli amanti
Una spada nel cuore nella notte
non fa rumore nella notte
nella notte dei sospiri
dei pruriti che avanzano
il mio corpo è come una cometa che brilla
le mie labbra palpitano
la pelle brucia
abbandono le braccia, mi assolvo
e nella notte dei sensi
ascolto posseduta
il silenzio

©2009Catherine La Rose

Nessun commento:

Posta un commento

Popular Posts