adinsiemelink

21/02/12

✿ Antonio TAMBURRO ✿










































































Antonio Tamburro nasce nel 1948 ad Isernia. Frequenta l'Accademia di Belle Arti a Napoli e nel 1968 si trasferisce a Roma dove conclude gli studi all'Accademia di Belle Arti. Nel 1969, ad Isernia, dipinge un ciclo di affreschi nella Chiesa di San Felice, e fra il 1970 ed il 1973 Antonio Tamburro inizia a frequentare gli ambienti culturali di Napoli e Roma stringendo amicizie con: Orfeo Tamburi, Domenico Purificato, Giorgio De Chirico e Fausto Pirandello. Nel 1978 viene chiamato ad insegnare alla scuola d'Arte di Spoleto, ma nel 1981 lascia definitivamente l'insegnamento per dedicarsi esclusivamente alla pittura.
L'attuale stile di Antonio Tamburro esprime l'evoluzione pittorica del maestro che come sempre riesce a infondere nei suoi quadri una grande forza espressiva e comunicativa. L'artista si muove in direzione di una sintesi pittorica, frutto di un'attrazione inconscia verso l'astrattismo, che diventa anche un nuovo modo di costruire la scena del quadro e di raccontare la figura umana: lo si nota dagli svariati volti femminili che occupano l'intero spazio del quadro in primo piano, in espressioni sfuggevoli, sensuali, eleganti e peccaminose; dalle scene confuse e sovrapposte di affollate metropoli, a spiagge e periferie che sembrano venir fuori da un fotogramma.
Il colore è il protagonista indiscusso nelle tele dell'artista, ma ora più di prima emerge con una grandissima energia per via delle ampie campiture e pennellate più sciolte che rendono i quadri ancora più suggestivi ed immediati. Grazie alla sua maestria nell'uso del colore ad olio, nei segni dinamici e pennellate materiche, Antonio Tamburro riesce a dare vita a nuove e molteplici forme apparentemente nate dalla casualità del gesto ma invece originate dalla sua grande sensibilità nell'osservazione della realtà. Nelle sue opere gli atteggiamenti e le espressioni sono amplificati, così da far risaltare non più soltanto la figura femminile, incessante icona di stile e di sensualità innata ma anche quei particolari emblemi di fascino e seduzione, come il frutto del peccato.

Nessun commento:

Posta un commento

Popular Posts