adinsiemelink

21/01/12

✿ Marìa GAMUNDÌ ✿
























































Marìa GAMUNDÌ è nata a Caracas, Venezuela nel 1952.
Ha studiato al Pratt Institute di New York e alla Scuola del Libro di Urbino.
Ha tenuto esibizioni personali e collettive in Italia, Inghilterra, Germania, Svizzera, Olanda, Usa , America del Sud e Grecia.
Nella famiglia di sua madre vi erano stati degli artisti, pertanto il suo amore precoce per le arti fu ben accolto. Uno di questi artisti era Antonio Herrera Toro, un pittore famoso nel Venezuela, che eseguì grandi pitture murali per la Cattedrale di Caracas nello stile francese accademico tardo ottocento. Dipinse anche paesaggi e ritratti. Quando Marìa era una giovane ragazza, la famiglia possedeva ancora una bella collezione dei suoi lavori. Sfortunatamente, in un momento di bisogno, tutta la collezione fu venduta ad un commerciante e poi dispersa. Ci fu anche uno scrittore nella famiglia di sua madre, un cronachista di Caracas, Enrique Bernardo Nuhez, che scrisse il famoso classico, Caracas de los Techos Rojos.
La formazione culturale di Marìa, in parte europea ed in parte sudamericana, si ampliò all'età di nove anni. Suo padre morì. Sua madre si trasferì nel New Jersey con Marìa, i suoi fratelli e sorelle minori, e lì, per quattro anni, Marìa frequentò le scuole del convento locale. Dopo un ulteriore periodo di tre anni in Venezuela, Marìa ritornò negli Stati Uniti, questa volta a New York. Finito il liceo nel Bronx, Marìa si iscrisse al Pratt Institute di Brooklyn.
Nella famiglia di Marìa nessuno nutriva il minimo dubbio che lei fosse destinata alle arti. Già da bambina era considerata l'artista di famiglia, con la mamma che sempre la incoraggiava nel disegno, nella pittura, e naturalmente nel modellare.

Nessun commento:

Posta un commento

Popular Posts